Appunti di viaggio: MUSE di Trento.Travel Notes: MUSE of Trento.

Pinterest

Voglio annotare questa bellissima scoperta sul blog, per consigliarlo a tutti voi e per ricordarmi di fare visita periodicamente a questa struttura. Qualche domenica fa, di ritorno da una sciata, abbiamo trascorso un eccellente pomeriggio al Muse e ne sono rimasta entusiasta!!!

Muse

In questo museo ci si trova immersi in architettura, scienza e natura, in modo interattivo e realistico… si esplora questo “ghiacciao” di cristallo, progettato da Renzo Piano, e si osserva l’evoluzione della vita sulla terra, le varietà di flora e fauna, si vivono simulazioni 3d e Dolby dell’ambiente ghiacciaio, si percepiscono odori e i rumori…

Interessantissimo per adulti, esperti di scienza e non, ospita anche un centro ricerche di portata internazionale che offre un’ampia documentazione per scienziati, ma anche guide, pannelli ed impressioni che trattano argomenti come l’ utilizzo della mano, con un linguaggio molto semplice e scorrevole.

Il tutto progettato per coinvolgere ad ogni piano anche i bambini: laboratori di scoperta sensoriale per i più piccoli,  pannelli touch screen con giochi da piccoli biologi per i più grandi…

Si passeggia in una serra che simula perfettamente l’ambiente tropicale e si ruota attorno all’immenso vuoto centrale che ospita decine di imitazioni verosimili di animali fluttuanti in dimensione reale, grande è il senso di meraviglia che si prova a visitare questo posto…

cavedio

La città della scienza ospita inoltre diverse temporanee e cambia spesso temi e allestimenti, quindi mi scrivo “tenere d’occhio…”

Nota: assolutamente vietato scattare immagini fotografiche (peccato), queste due immagini (assieme a molte altre) sono state gentilmente messe a disposizione dall’ufficio stampa del MUSE.

Sull’esterno il progetto Animali di luce, di Boato e De Tassis, ha accompagnato la nostra cioccolata in tazza di fine visita…

animaliDIluceI want to write down this wonderful discovery on the blog, for recommending it to all of you and remember to visit regularly to this structure. A few Sundays ago, returning from a ski trip, we spent a great afternoon at the Muse, and I was delighted!

Muse

In this museum you find yourself in architecture, science and nature, interactively realistically … You will explore this “glacier” glass , planned from Renzo Piano, and observe the evolution of life on earth, the variety of flora and fauna, will live 3D simulations Dolby and the environment glacier, will perceive smells and sounds …

Interesting for adults, and non-science experts, it also houses a research center of international importance that provides extensive documentation for scientists, but also guides, panels and impressions that cover topics such as ‘use of the hand’, with a very simple and sliding language.

All designed to involve at each floor even children: sensory discovery workshops for children, touch screen panels with biologist’s game for bigger …

You walk into a greenhouse that simulates perfectly the tropical environment and revolves around the immense central void that houses dozens of lifelike imitations of animals floating in real size, so great is the sense of wonder that you try to visit this place …

cavedio

The science city is also home to several temporary and often change themes and layouts, so I write “keep an eye …”

Note: absolutely forbidden to take photographs (sin), these two images (along with many others) were kindly provided by the press office of MUSE.

Outside the project Animali di luce, Roar and De Tassis, has accompanied our hot chocolate at the end of visit …

animaliDIluce

Condividi con i tuoi amici

  • Facebook
  • Twitter
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Email

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *